Sx Up Dx
 
 
Stagione di Prosa 2013|14
PORTO SANT’ELPIDIO, 31 ott. 2013 – Otto i titoli, due dei quali sono gustose “anteprime di stagione”, per il programma del Teatro delle Api realizzato dall’assessorato alla cultura del Comune di Porto Sant’Elpidio con la consulenza artistica di Neri Marcorè, insieme alla Fondazione Progetto Città & Cultura e all’AMAT con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Marche.
Il cartellone è anticipato da due “anteprime” che fanno da prologo. Mercoledì 27 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne va in scena Ferite a morte scritto e diretto da Serena Dandini con la collaborazione ai testi di Maura Misiti, con protagoniste Lella Costa, Orsetta de' Rossi, Giorgia Cardaci, Rita Pelusio. L’evento - promosso dall’Assessorato ai Diritti e alle Pari Opportunità della Regione Marche e dall’AMAT in collaborazione con i Comuni di Porto Sant'Elpidio e di Pesaro (dove replicherà il giorno successivo per la seconda delle due uniche date marchigiane) – è un contributo alla sensibilizzazione sul tema della violenza sulle donne e, attraverso i linguaggi del teatro e con toni ironici e grotteschi, dà voce a quante hanno perso la vita per mano uomini a cui erano sentimentalmente legate. Venerdì 13 dicembre l’appuntamento è con l’anteprima nazionale del La Guardiana. Concerto di poesia in sette movimenti (sei e un prologo), lo spettacolo realizza l’unione di quattro forme espressive: scultura, musica, elettronica e poesia. Sulla scena le opere di Gregorio Botta fanno da scenografia al testo poetico-filosofico scritto e interpretato da Francesca Merloni, che si muove sulla musica originale di Danilo Rea e sui suoni elettronici di Martux_m, per un insieme di grande intensità, incisività ed impatto emotivo.
La stagione teatrale entra nel vivo martedì 14 gennaio con Parole incatenate thriller del drammaturgo spagnolo Jordi Galceran interpretato da Claudia Pandolfi e Francesco Montanari con la regia Luciano Melchionna. In un cinema abbandonato, una giovane donna è prigioniera di un serial killer che la costringe ad un inquietante gioco di parole da 'incatenare' tra loro. Nel susseguirsi di colpi di scena, Parole incatenate è un duello in cui verità, finzione, desideri e bugie raccontano il nostro lato oscuro.
A seguire, il 28 gennaio, Giuseppe Battiston porta in scena L’invenzione della solitudine dal romanzo autobiografico di Paul Auster, con la regia di Giorgio Gallione. In un mosaico di immagini, coincidenze e associazioni, il destino costringe l’autore a pensare alla sua esistenza, a riflettere sulla difficoltà di essere insieme padre e figlio e su come, in fondo, il caso ci governi.
Virano decisamente verso la comicità gli appuntamenti successivi. Venerdì 7 febbraio è la volta di Ale & Franz che propongono Lavori in corso, il nuovissimo spettacolo per la regia di Alberto Ferrari con nuovi personaggi oltre a quelli storici che hanno reso celebre il duo, il cui canovaccio è stato steso con Antonio De Santis. Giovedì 27 febbraio è di scena un’altra coppia celebre, Lunetta Savino e Emilio Solfrizzi in Due di noi con la regia di Leo Muscato. Opera ‘prima’ di Michael Frayn, ad oltre quarant’anni dal debutto, la commedia mantiene tutta la sua freschezza: tre atti unici per altrettante emblematiche situazioni matrimoniali in uno spettro che tocca con talento il comico, il surreale e il paradossale. Venerdì 7 marzo è la volta di Lo Sfascio, un’esilarante commedia di Gianni Clementi interpretata da Nicolas Vaporidis, Augusto Fornari, Alessio Di Clemente, Riccardo De Filippis, Jennifer Mischiati Sullo sfondo della Roma degli anni Settanta Lo sfascio offre lo spaccato di un gruppo di ‘impresentabili’, antieroi quasi pasoliniani che, fra malavita e linguaggio da bulli di borgata si affannano nell’illusoria ricerca di un’improbabile emancipazione sociale. Con SketchWork, che chiude la rassegna martedì 8 aprile, Lillo & Greg mettono in scena una serie di gag all’insegna della comicità surreale. Filo conduttore sono le situazioni assurde in cui si trovano i diversi personaggi: difficile capire dove finisce la finzione e subentra la realtà.
Informazioni: botteghino del Teatro delle Api, Eventi Culturali (tel. 0734/902107) e Amat ad Ancona (tel. 071/2072439) www.amatmarche.net. Inizio spettacolo ore 21,15.---
© 2019 - Teatro delle Api - Tutti i diritti riservati
Home Page
Programma
Foto
Biglietteria
Pianta del Teatro
Come Raggiungerci
#
Contatti
VivaTicket Biglietteria OnLine
Musica
Prosa
Teatro per Ragazzi
Teatro Dialettale
Teatro Dialettale