TRAME DI RUGIADA
di Grazia Cicchinè



Delicati e raffinati sul piano estetico e nella sostanza simbolica, gli assemblage di Grazia Cicchinè rivelano assonanze con l’arte giapponese. I frammenti del suo vissuto, come brandelli di stoffa, ritagli di opere distrutte, lacerazioni cucite con filo di ferro, dischi di rame sottonotturne velature, rose essiccate eternate da lucide resine, vengono armonicamente composti e sublimati in forme simboliche universali - il cerchio, il quadrato, la spirale, il nodo - attinenti alla componente femminile, lunare, intuitiva, acquatica, notturna del cosmo, lo yin. La trama rimanda alla tessitura a cui per secoli hanno atteso generazioni di mani femminili, mentre la rugiada è la condensazione dell’ atmosfera notturna sotto l'influenza della Luna, per gli alchimisti veicolo dello spirito universale. Nel teatro, spazio della rappresentazione e luogo dell’immaginazione, trovano collocazione ideale le scatole-reliquario, epifanie dello spirito che sembrano svelare la segreta essenza delle cose.

Daniela Simoni

 

© 2017 - Teatro delle Api - Tutti i diritti riservati
LO SPETTACOLO I SUOCERI ALBANESI PREVISTO IN STAGIONE PER IL 30 MARZO E' STATO ANTICIPATO AL 29 MARZO. SE AVETE ACQUISTATO I BIGLIETTI RESTANO VALIDI I TITOLI IN VOSTRO POSSESSO.
PRESENTAZIONE DELLA STAGIONE 2017
Giovedì 5 gennaio presso la sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo è stata presenta l'undicesima stagione del Teatro delle Api realizzata dal Comune di Porto Sant’Elpidio, con la consulenza artistica di Neri Marcorè, insieme alla Fondazione “Progetto Città & Cultura” e all’AMAT con il contributo di MiBACT e Regione Marche
SERATA A SORPRESA con Marco Presta e Max Paiella
Home Page
Programma
Comunicazioni
Foto
Biglietteria
Pianta del Teatro
Come Raggiungerci
#
Contatti
VivaTicket Biglietteria OnLine
Musica
Prosa
Teatro per Ragazzi
Teatro Dialettale
Teatro Dialettale